Home » Approfondimenti » La Terapia

La Terapia

La Terapia - LichenScleroatrofico.it

La Terapia del  Lichen sclerosus è materia complessa ed ancora oggetto di studio.

Riteniamo che tale terapia possa essere prescelta sulla scorta dei dati clinici iniziali del paziente:

 

 

 

 

  

  

  

  

1. La terapia medica

E' la strada di nostra predilezione in materia di Lichen sclerosus: riteniamo difatti che prima di qualsiasi approccio chirurgico invasivo (che spesso non risolve la malattia ma elimina solo l'alterazione più evidente e non di rado amplifica il fenomeno infiammatorio immunologico delle fasi acute) sia necessario riferirsi ad un gruppo di terapie mediche effettuabili domiciliarmente in gran parte e che abbiano il compito di

a. arrestare il processo infiammatorio

b. contribuire alla rigenerazione tissutale

Ad oggi, noi riteniamo che per curare con efficacia il Lichen sclerosus NON si possa e non si debba ricorrere ad una singola terapia o ad un singolo farmaco, ma piuttosto ad una combinazione di

- farmaci sistemici

- farmaci topici

- integratori specifici

che possano essere selezionati in base al tipo di lichen sclerosus, alla gravità dello stesso, al sesso ed alle patologie eventualmente associate.

Per curare con efficacia questa patologia, il razionale deve quindi imporre una attenta valutazione del caso ed una scelta delle migliori terapie adattabili al caso e soprattutto modulabili con il tempo.

Altra cosa importante è difatti la modulazione della terapia in base al decorso: non è a nostro avviso possibile ricorrere per lungo tempo agli stessi farmaci per il rischio di effetti rebound (ritorno) alla sospensione, o per assuefazione delle terapie o ancora e non ultimo - sviluppo di effetti indesiderati e collaterali di alcune terapie (ad es. steroidee) effettuate a lungo termine.

in sintesi la terapia medica del Lichen sclerosus o scleroatrofico deve a nostro avviso essere:

- Polifarmacologica

- Personalizzata

- Adattata al paziente (dosi, modlità di somministrazione, vie di somministrazione)

- Modulabile nel tempo

 
 

2. La Terapia Dermo-chirurgica conservativa

Può accadere che alcuni approcci chirurgici si rendano necessari e in questo contesto noi riteniamo che gli stesi approcci debbano essere il più conservativo e meno invasivo possibile, oltrechè finalizzati al mantenimento della integrità dell'apparato genitale nel suo insieme.

Le cause più classiche che possono rendere utilissimi questi approcci sono:

1. una alterazione anatomo-funzionale irreversibile

a. frenulo (filetto) corto e sclerotico nell'uomo: in questo caso l'ablazione plastica dello stesso in via ambulatoriale ed in anestesia locale (da effettuare sempre in via dermo-chirurgica e mai laser a nostro avviso per il rischio di importanti reazioni fibro-cicatriziali che amplificherebbero il processo patologico del lichen sclerosus) libera da una briglia aderenziale importante che manda a seguito della propria trazione continua una infiammazione continuativa ai tessuti viciniori e rende quindi più sgombro il campo alle terapie.

b. sinechie (saldatura) delle piccole labbra della vulva nella donna: in questo caso, la saldatura delle piccole labbra può causare non solo gli stessi processi funzionali di ciò che accade per il frenulo nell'uomo, ma anche, rendere il rapporto sessuale dolorosissimo se non impossibile. Tale approccio spesso si effettua con crema anestetica e anestetico locale - quindi in modo praticamente indolore e senza bisogno di approre punti di sutura; una volta liberati i genitali da questa sinechie, l'orefizio vulvare può riaprirsi e permettere quindi le terapie e la ripresa dei rapporti sessuali.

 

2. La presenza di un'area sospetta per trasformazione neoplastica

Quando persiste il dubbio - anche minimo di un'area sospetta (solitamente una leucoplasia o un'area ulcerativa a margini ispessiti) la biopsia si rende necessaria e detiene 2 vantaggi:

a. eliminazione di un'area che non sarebbe possibile trattare dal punto di visita clinico

b. identificazione della esatta natura istologica della lesione stessa

anche in questi casi, la terapia è sempre ambulatoriale in anestesia locale ed è effettuata dal dermatologo venereologo.

 

3. La terapia micro-infiltrativa sottocutanea

Eleggibile dopo accurata selezione del paziente e a nostro avviso sempre dopo diagnosi istologica, ad oggi  si basa su diverse molecole potenzialmente attive; dal PRP ai PDRN le quali debbono essere impiegate solo come approccio adiuvante alla terapia di base, non potendo a nostro avviso sostituire i farmaci indicati per la terapia di prima scelta, ma solo eventualmente accompagnare gli schemi terapeutici condivisi:

Nel seguente link la nostra esperienza clinico - scientifica sui PDRN in corso di Lichen sclerosus (approfondimento a carattere generale e non vincolante)

 

aggiornato: 16 Giugno 2012

Terapia adiuvante nel Lichen Sclerosus

Terapia adiuvante nel Lichen Sclerosus - LichenScleroatrofico.it

Pubblicati su European Journal of Dermatology e su Dermatology Research and Practice i dati preliminari di un approccio adiuvante in corso di Lichen Sclerosus

I Nostri Articoli

I Nostri Articoli - LichenScleroatrofico.it

I nostri articoli giornalistici, interviste e News sul Lichen sclerosus

Partners

Partners - LichenScleroatrofico.it

Il Sito Dermatologico certificato, che raccoglie Articoli, Interviste e Forum sempre aggiornati

Partners - LichenScleroatrofico.it

Da 10 Anni Consulenti di Medicitalia.it

Partners - LichenScleroatrofico.it

Il Sito Informativo Medico sulla Balanopostite

Partners - LichenScleroatrofico.it

Il Sito Informativo sulle Malattie Sessualmente Trasmissibili

Lichen Sclerosus: prima e dopo Terapia

Lichen Sclerosus: prima e dopo Terapia - LichenScleroatrofico.it

Casi Clinici di Lichen Sclerosus prima e dopo Terapia

Forum Dermatologico Chiedi OnLine

Forum Dermatologico Chiedi OnLine - LichenScleroatrofico.it

Domande e Risposte in tempo reale